This is zovirax tablets price in india because these medicines could increase the blood level..

<<Ogni teoria nasce come eresia e muore come pregiudizio>>

                                                                                                      Qualsiasi anonimo scienziato che voglia fare il figo

Mettiamoli in ordine alfabetico, così non si offende nessuno:

Copernico-Darwin-Einstein.

Toh, curioso! Hanno come iniziale tre lettere consecutive dell’alfabeto.

Questi tre, tuttavia, condividono una caratteristica molto più interessante: hanno rivoluzionato il pensiero scientifico, introducendo delle teorie che hanno sovvertito l’ordine prestabilito sino a quel momento.

In principio fu Copernico (non il Verbo) e il suo Eliocentrismo. Basta con l’autoreferenzialità: la Terra è solo uno fra tanti corpi celesti, nemmeno tanto imponente. E gira intorno al Sole, mica viceversa.

Poi arrivò Darwin che, dato per scontato Copernico, si preoccupò di studiare quel che la Terra abitava. Arrivò così alla teoria della selezione naturale, che sancisce la sopravvivenza delle diverse specie senza per forza affidarsi ad un’Arca.

Infine Einstein, che prese la fisica classica di Newton (che pure tanto stupido non era) e la ridusse a brandelli, ideando la teoria della Relatività Generale che sanciva delle verità talmente assurde sull’Universo da sembrar tratte da un film sci-fi.

Tutti loro, insieme a tanti altri che meriterebbero di esser ricordati (ma che credo riusciranno a restare comunque icone della scienza senza la mia citazione), hanno colto l’essenza della ricerca: esser curiosi, anche a costo di sfidare le proprie certezze.

Del resto, e con questa frase ristabiliamo l’atavica dicotomia scienza/religione dopo la battuta sull’Arca e il coraggioso Noè, siamo tutti figli di due curiosoni: Adamo ed Eva.

 

Post Scriptum: data la mia omonimia con il primo uomo, posso contare sul fatto che, qualora riuscissi a ideare una teoria rivoluzionaria (nonché esatta) il mio nome possa figurare, in un elenco siffatto, prima dei tre scienziati elencati ad inizio pagina. Ordine alfabetico, ragazzi. Ordine alfabetico. A scuola lo maledicevo.