Crestor is used to lower cholesterol and lasix water pill over the counter triglycerides types of..

In tutto il mondo esistono nidi, scuole dell’infanzia, primarie, superiori e college, ispirati al pensiero di Maria Montessori e molti genitori cercano di creare anche in casa un ambiente che si adatti alle esigenze del bambino per aiutarlo a crescere. Per chi non conoscesse Maria Montessori  fu un’educatrice, pedagogista, filosofa, medico e scienziata italiana, internazionalmente nota per il metodo educativo che prende il suo nome, adottato in migliaia di scuole materne, primarie, secondarie e superiori in tutto il mondo, fu tra le prime donne a laurearsi in medicina in Italia.

Il pensiero pedagogico di Maria Montessori suggerisce la realizzazione di un ambiente preparato scientificamente per permettere lo sviluppo delle abilità cognitive, sociali e morali di ogni essere umano. In un ambiente favorevole e accogliente si possono osservare con facilità le naturali manifestazioni della persona umana e scoprire che si può apprendere bene e con piacere senza ricorrere a premi e punizioni, elicitando l’interesse attraverso l’impiego di tecniche d’insegnamento rispettose dell’individualità di ognuno, e lasciando i bambini liberi di lavorare secondo i propri ritmi e i propri interessi su materiali che permettono a tutto il corpo di esercitare intelligenza e creatività, sviluppando così una personalità democratica e aperta al mondo.

Ogni materiale educativo presente nell’ambiente invita alla scoperta di una caratteristica del mondo e della natura, permette l’auto-correzione dell’errore, riunisce l’aspetto cognitivo e immateriale dell’apprendimento con quello fisico e materiale, favorisce la concentrazione, l’auto-disciplina e l’amore per il miracolo della vita.

04 05

Un oggetto fondamentale nella cameretta di ogni bambino è il letto, fondamentale momento è infatti il passaggio dalla culla al letto. Ma invece del tradizionale letto con le sbarre Maria Montessori propone un letto basso che permette al bambino di scendere in autonomia e nello stesso tempo evita cadute dall’alto. Chiaramente questa scelta può essere fatta a patto che la stanza sia stata messa in sicurezza. Spine coperte, mobili bassi e oggetti il più possibile in vista, facili da prendere e da rimettere a posto. Per eliminare le sbarre dobbiamo guardare la stanza con gli occhi di un bambino e saperne individuare le esigenze e anche le curiosità. Nel frattempo è bene aiutare i nostri figli a farsi strada in casa, imparando a conoscere, esplorare ed utilizzare tutto ciò che fa parte del nostro mondo.

Ma ciò che mi ha spinto a scrivere quest’articolo che devia un po’ dai temi di #cniscintille è che Rabatto, una realtà veronese che da qualche anno si sta affermando per la produzione di mobili di design, ha ideato un lettino montessoriano che i genitori possono costruirsi in autonomia partecipando ad un workshop in una fablab italiana.

Il lettino NANA ha una piccola base in multistrato di betulla con dei teneri piedini fresati con una macchina al controllo numerico e il tutto finito a pennello con olio naturale, una piccola apertura permette anche ai più piccoli di poter scendere in autonomia. Inoltre il lettino è completamente smontabile con uno dei migliori sistemi di giunzione Lamello.

Genitori quindi questa è una bellissima occasione di sperimentare le proprie abilità manuali, sapientemente guidati da chi questi oggetti li produce tutti i giorni, e si torna a casa dal workshop con il lettino per il proprio figlio!

http://rabatto.it/nana-lettino-montessoriano/

 

Fotografie © Rabatto