#scuole

Progettazione di una competizione per team tesa a stimolare la “curiosità” degli alunni verso aspetti e temi rilevanti già attualmente (si pensi all’Expo 2015 o ai recenti accordi USA – RPC in materia di clima, legati al mondo della tecnologia e dell’innovazione). Scoperta del lavoro multi e interdisciplinare (alunni e docenti). Coinvolgimento di tutti gli istituti superiori, sia quelli dove già si sviluppano ricerche ad indirizzo tecnico, sia gli altri per il tramite di una gara che non è basata su test o altre prove scritte, ma per la capacità di risolvere un problema scelto all’interno di temi prestabiliti.

scintillescuole si prefigge i seguenti obbiettivi

  • Trasformare la classe in una comunità di pratica che lavora in modo collettivo e cooperativo (OD – obiettivo didattico: intelligenza connettiva e strumenti collaborativi)
  • Scegliere un progetto che stimoli il coinvolgimento e la partecipazione degli studenti (OD: intelligenza emotiva e motivazione)
  • Selezionare l’informazione pertinente rispetto all’azione (OD: percezione come selezione)
  • Studiare i casi correlati e l’euristica positiva e negativa, cioè gli aspetti di similarità e le differenze con problemi antecedentemente risolti (OD: analogia)
  • Individuare le ipotesi più adatte a comporre in un quadro armonico i diversi aspetti dei problemi da affrontare (OD: abduzione)
  • Controllare l’affidabilità di ciascuna delle ipotesi sulla base delle osservazioni e degli esperimenti (OD: analisi e induzione).
  • Ricavare tutte le conseguenze dalle osservazioni/sperimentazioni effettuate (OD: deduzione e calcolo e strumenti per la valutazione)
  • Studiare la fattibilità del progetto in termini di realizzazione e applicazione tecnologica (OD: learning by doing)
  • Sottolineare l’efficacia e la necessità della collaborazione tra strumenti per pensare – learning by thinking (2-3-4-5-6), orientamento verso il fare – learning by doing (8) e intelligenza emotiva – learning by loving (1-2)

temi

Alle scuole potrà essere proposto di partecipare sì in modo ludico ma anche e soprattutto come team di ricerca, con un proprio manager, propri ricercatori e divulgatori sulle seguenti macro aree: 1. energie alternative su piccola scala, rivolte a realtà standing alone e a quelle grid connected, realizzabili in località isolate e non, nei villaggi sperduti dei paesi in via di sviluppo così come nelle grandi metropoli del mondo “occidentale”; 2. cibo, filiera alimentar, produzione e preparazione degli alimenti con tecnologie efficaci ma a basso impatto ambientale; 3. tecnologie del recupero: il nuovo attraverso il riciclo di componenti e dispositivi obsoleti e avviati altrimenti alle discariche; 4. il supporto tecnologico alla gestione razionale, ecologica ed intelligente della risorsa acqua. 5. la tecnologia per il monitoraggio e il recupero dei siti con dissesto idrogeologico 6. i trasporti, i combustibili, le energie e i veicoli a bassa emissione di CO2.

partecipanti

I partecipanti potranno essere:

  • singole classi
  • raggruppamenti di classi dello stesso istituto sia in verticale che in orizzontale
  • raggruppamenti di classi di istituti diversi
  • gruppi di istituti

modalità

I concorrenti potranno decidere di partecipare sviluppando un lavoro originale su un argomento pertinente ad una sola delle macro aree o ad uno che contenga in sé più macro aree funzionalmente e consequenzialmente collegate. Potranno essere sviluppati prototipi e modelli di quanto oggetto della ricerca sviluppata.
Una sintesi del lavoro, elaborata come “trial” cinematografico di 60 secondi, dovrà essere inviata alla giuria che potrà, a proprio insindacabile giudizio, ammettere o meno il lavoro proposto alle successive fasi della competizione.
Le scuole si confronteranno preliminarmente in sede regionale; le prime classificate per ogni regione parteciperanno alla finale nazionale.
In sede di gara ogni squadra dovrà allestire uno stand nel quale illustrare il proprio lavoro tramite i seguenti mezzi utilizzabili in maniera sinergica:

  • audiovisivi
  • modelli in scala
  • prototipi

Le sedi regionali potrebbero svolgersi nei relativi capoluoghi, mentre la sede della finale nazionale potrebbe essere Roma.
Le squadre vincitrici a livello locale potrebbero ricevere un premio in denaro finalizzato all’acquisto di attrezzature didattiche per incrementare il “contenuto” tecnologico della propria scuola ed un bonus per le spese di trasferta e permanenza nella sede della finale.
Le prime tre classificate a livello nazionale potrebbero essere premiate con attrezzature tecnologiche, sia individuali per gli alunni, sia collettive per gli istituti.
Gli eventi di animazione territoriale dovranno rispettare i seguenti requisiti:

  • scaletta di regia coordinata con il CNI; palco e scenografia (possibilità di avere il palco totalmente libero)
  • luci (possibilità di concentrare l’attenzione sul palco o sulla platea)
  • acustica che consenta una buona qualità di ripresa
  • regia (possibilità di avere una regia che possa inviare sullo schermo filmati, countdown, musiche etc.)
  • riprese (necessità di riprendere con buona qualità l’evento per postprodurlo al fine di ampliare la biblioteca multimediale di scintille).

i nostri partners

Rete Professioni Tecniche
Consiglio Nazionale Degli Ingegneri
Organizzazione europea per la ricerca nucleare
Consiglio Nazionale delle Ricerche
Centro italiano ricerche aerospaziali
Center for Near Space
Italian Scientists and Scholars in North America Foundation
Rete Professioni Tecniche