Continuano le Storie di Scintille, con i protagonisti del Contest Scintille 2016 che ci raccontano cosa è successo un anno dopo dalla finale del Congresso di Palermo. E’ la volta del progetto denominato Augmented Surgical Navigator – La Realtà Aumentata a supporto della Chirurgia Epatica  secondo classificato e sviluppato dall’ingegner Lucio Tommaso De Paolis, ingegnere elettronico, ricercatore universitario del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento.

Buonasera Lucio come prosegue il tuo progetto a un anno dalla finale di Scintille 2016? L’ Augmented Surgical Navigator è un sistema di navigazione guidata da immagini basato sulle tecnologie della realtà virtuale e della realtà aumentata. In quest’ultimo anno ho lavorato su simulatori virtuali per permettere un training quanto più accurato possibile e su sistemi per l’interazione touchless con i dati del paziente da utilizzare in sala operatoria.

Come l’esperienza Scintille ha influito sul tuo percorso? L’esperienza Scintille è stato un riconoscimento importante che mi ha dato fiducia e mi ha confermato l’importanza delle tecnologie della realtà virtuale e della realtà aumentata in medicina e chirurgia; il giudizio positivo dei medici con cui ho lavorato mi ha ulteriormente spinto a cercare nuove soluzioni per facilitare il lavoro del chirurgo e per ridurre i rischi per il paziente.

Cosa ti senti di consigliare a coloro che hanno un’idea innovativa da promuovere? Innovare significa utilizzare nuove tecnologie per semplificare e migliorare alcune attività che risultano ancora particolarmente complesse e rischiose; è un percorso in salita che alcune volte può essere lungo e tortuoso. Pertanto, coloro che hanno un’idea innovativa e sono convinti della sua utilità devono avere la forza di promuoverla in tutte le maniere possibili e mettere in conto che possa essere accolta anche con indifferenza e superficialità.

Partecipare a Scintille è stato utile? Come? Partecipare a Scintille è stata una sfida e un confronto con altri colleghi e, pertanto, è stata utile in quanto ogni sana competizione aiuta a crescere e a migliorarsi. Inoltre, la diffusione della notizia tramite i mezzi di comunicazione mi ha permesso di far conoscere ampiamente l’idea e mi ha messo in contatto con diversi specialisti che hanno ritenuto importante il risultato raggiunto.

Ringraziamo Lucio De Paolis per la sua testimonianza e ricordiamo a tutti che anche quest’anno Scintille ritorna con un NUOVO CONTEST 2017 pubblicato pochi giorni fa.

Se hai un’idea innovativa, leggi il bando e partecipa! Anche la Tua Scintilla potrebbe scoccare!

Send this to a friend